Ultimo fascicolo

V. 14 N. 2 (2023): L’economia cinese tra sfide interne e nuova governance globale

Malgrado le tensioni internazionali, la guerra commerciale tra Washington e Pechino, e il lungo periodo di lockdown da COVID-19, lo scorso anno il PIL della Cina è cresciuto del 5%. Nonostante da più parti si preconizzi un de-coupling (disaccoppiamento) tra l’economia cinese e lo spazio economico occidentale, e in alcuni settori ad alta tecnologia si registri indubbiamente un rallentamento dell’interazione, l’interesse degli investitori stranieri per il mercato cinese continua a essere rilevante: nei giorni in cui la Russia invadeva l’Ucraina, Elon Musk annunciava l’apertura di un nuovo stabilimento di Tesla a Shanghai. Consapevole della conclusione di un ciclo della globalizzazione, Xi Jinping ha lanciato la strategia della “doppia circolazione”, interna ed esterna, per creare un’economia che sia meno dipendente dalle esportazioni, e in cui i consumi domestici possano rappresentare un vero traino per la crescita.

Qual è il vero stato dell’economia cinese? Quali criticità interne deve affrontare? Quali sono i suoi punti di forza? In che modo la Cina sta reagendo alle pressioni statunitensi? Come stanno cambiando le destinazioni e le forme degli investimenti cinesi all’estero? Alle dinamiche di sviluppo dell’economia cinese e al contributo di Pechino alla governance economica globale è dedicata la sezione tematica di questo numero di OrizzonteCina

Pubblicato: 2024-04-12

Fascicolo completo

Visualizza tutti i numeri

L'ANVUR classifica OrizzonteCina tra le riviste scientifiche italiane per l'Area 14 (Scienze politiche e sociali). La redazione di OrizzonteCina accoglie manoscritti in lingua italiana, inglese e cinese, che vengono sottoposti a verifica redazionale (desk review) e revisione tra pari a doppio cieco (double blind) prima dell'eventuale traduzione in italiano.

Il contenuto di OrizzonteCina è concesso in licenza Creative Commons Attribution - Non Commercial - Share Alike 4.0 International.